FerrandinaTravelGuide

GUIDA ALLA CITTA' DI FERRANDINA
Vai ai contenuti


SCOPRI I TESORI DI FERRANDINA

____________________
I MONUMENTI DI PREGIO
CON AUDIO GUIDA

Cliccando sui pointers rossi è possibile ascoltare una voce guida e visualizzare gli interni dei monumenti in modalità video 360°.
Convento S. Domenico
Chiesa S. Domenico
Chiesa/Convento S. Chiara
Torre S. Chiara
Chiesa. di S. Maria della Croce
Chiesa dell' Addolorata
Chiesa della Madonna del Carmine
Mulino Scorpione
UN RAPIDO TOUR
PER VISITARE LE PRINCIPALI BELLEZZE MONUMENTALI DI FERRANDINA
_________________________________

... ammirare i monumentali complessi monastici, gli sfarzosi palazzi signorili, i quartieri cinquecenteschi e le sue chiese, di rinomata bellezza, il percorso ha come punto di partenza la "il Convento di San Domenico", attraversa in successione, Corso Vittorio Emanuele, Rione Piana, Piazza Plebiscito, il centro storico abitato fino alla Chiesa della Madonna del Carmine permettendo così, di visitare i monumenti riportati nella lista.
Termina con uno sguardo alla Ciminiera del Mulino Scorpione, antica centrale termoelettrica del paese.
MONUMENTI E
LUOGHI DI INTERESSE
Il comune di Ferrandina, in provincia di Matera, si posiziona nell’area centro-orientale della Basilicata, su una collina a circa 480 m sul livello del mare affacciata sulla sponda destra del Basento. Il centro storico della città, di fondazione aragonese, è un chiaro esempio di urbanistica rinascimentale basata su criteri prospettici e regolarizzazione articolata degli edifici. Esso è contrassegnato da un’omogeneità architettonica legata all’impianto urbano a terrazzamenti, organizzato per strade parallele e rettilinee, in cui si registrano delle disomogeneità urbanistiche connesse ai monumentali palazzi nobiliari e agli imponenti complessi monastici e religiosi costruiti a partire dalla fine del XV secolo che si distaccano dalla tipica abitazione appartenente all’edilizia minore.  All’interno del territorio di Ferrandina sono presenti masserie fortificate, casini e cappelle extramoenia di indubbia bellezza e testimoni secolari di una vita rurale che ha da sempre contraddistinto l’antico centro aragonese e costituito la base della sua economia. Ferrandina, famosa per la millenaria coltivazione delle olive (principalmente cultivar majatica), testimoniata dai resti di un antico frantoio di epoca lucana (IV sec. a.C.) e dall’attuale presenza di due alberi d’olivo bimillenari, è rinomata per la qualità dell’olio extravergine prodotto e per le tipiche olive infornate (presidio slow-food).


INFO UTILI
______________________________

il link è collegato al sito istituzionale della
Città di Ferrandina


Torna ai contenuti