Ch. Madonna del Carmine - FerrandinaTravelGuide

GUIDA ALLA CITTA' DI FERRANDINA
Vai ai contenuti

  Listen in English

  Ascolta in italiano




  
Chiesa della Madonna del Carmine



Descrizione:
La Chiesa della Madonna del Carmine, comunemente detta “Chiesa del Purgatorio”, fu dedicata inizialmente a Santa Maria di Loreto, prima sede dei Domenicani dopo l’abbandono intorno al secondo decennio del XVI secolo del monastero ai piedi del castello di Uggiano. La facciata principale ricorda molto quella della chiesa di San Domenico ad Uggiano e probabilmente ne ha ereditato anche l’antico portale in pietra scolpito a bugnato. Sopra di esso si staglia lo stemma della famiglia del Balzo e il rosone ad archetti regolari. Sul prospetto laterale destro si apre un ingresso con portale in pietra decorato a rilievo. Al di sopra è presente una nicchia, circondata da palmette scolpite inserite in un cordolo di pietra, la quale contiene l’immagine dell’Assunta. Sulla chiesa si pone un campanile a vela in pietra e mattoni. L’edificio originario è composto da un’unica navata coperta con volta a botte con lunettoni in corrispondenza delle finestre. Alla fine del XVIII secolo si data la costruzione di un’ala laterale che attualmente, con tompagni e tramezzature, funge da sacrestia. All’interno della navata centrale è posizionata una cantoria lignea con dodici pannelli centinati, datata al 1693, con la rappresentazione a rilievo di Santi e Sante, intervallati da figure grottesche e suddivise da fasce a motivi floreali. Su di essa è posto l’organo in legno intagliato e dorato databile alla fine del XVIII secolo di ignoto ebanista. All’interno della chiesa si conservano due tele di pregevole fattura. La prima è “L’apparizione della Madonna a San Giacinto”, firmato Saponariensis 1606, la seconda è un’opera di Antonio Sarnelli “Trinità, S. Vincenzo Ferreri e una devota”, datata al 1734.




ENG:
The Church of Madonna del Carmine, commonly known as the "Chiesa del Purgatorio” (Church of Purgatory), was initially dedicated to St. Mary of Loreto, and was the first seat of the Dominicans after the abandonment of the Monastery at the foot of the castle of Uggiano. The original building consisted of a single nave covered with barrel vault with big lunettes in line with the windows. At the end of the eighteenth century, a lateral wing was built, which today, with tompagni and partitions, serves as a sacristy. The main façade is very reminiscent of that of the church of San Dominic in Uggiano and probably has also inherited the ancient stone portal carved in ashlar. Above it stands the coat of arms of the Balzo family and the rose with regular arches. On the right side elevation there is an entrance with a stone portal decorated in relief. Above there is a niche, surrounded by carved palmettes inserted in a stone curb, which contained the image of the Madonna Assunta. On the church there is a bell tower made of stone and bricks. Inside the central nave there is a wooden choir with twelve pointed panels, dating back to 1693, with the relief representation of Saints, spaced with grotesque figures and separated by bands with floral motifs. On it is placed the carved and gilded wooden organ dating from the late eighteenth century by an unknown sculptor. Inside the church there are two paintings of exquisite workmanship. The first is "The apparition of Our Lady to San Giacinto", signed Saponariensis 1606, the second is a work by Antonio Sarnelli "Trinity, St. Vincent Ferreri and a devotee", dated 1734.




Torna ai contenuti